Antonio Leone

Junior Manager

“In MBS ho trovato un ambiente stimolante, giovane e proattivo.
Dopo l’esperienza in azienda, entrare nuovamente nel mondo della consulenza mi ha consentito di valorizzare al massimo le competenze sviluppate in questi anni”.

Come hai conosciuto MBS? Qual è stato il primo impatto quando hai iniziato a lavorare in MBS?

Ho conosciuto la realtà MBS durante un progetto che stavo seguendo nell’azienda in cui lavoravo precedentemente e da subito ho avuto l’impressione di interagire con persone esperte, orientate al cambiamento e in grado di portare un vero valore aggiunto al cliente.
Con il passare dei mesi, MBS ha deciso di sviluppare al proprio interno una nuova practice con focus sulle Assicurazioni Vita creando un nuovo team di lavoro di cui sono entrato a far parte.
Con il mio ingresso, ho avuto conferma della mia impressione iniziale e le mie aspettative sono state pienamente soddisfatte; sono stato inserito in un contesto lavorativo giovane e dinamico orientato a soluzioni concrete, innovative e sostenibili.

Cosa differenzia MBS da altre società di consulenza?

Nel mio percorso di carriera, ho avuto un’esperienza lavorativa di circa tre anni in una big four e devo ammettere che l’ambiente trovato in MBS, con mia grande sorpresa, è completamente differente.
Una delle principali differenze che mi ha colpito positivamente è la forte attenzione alle persone e alle relazioni interne; le risorse sono al primo posto, ci si sente realmente valorizzati a qualsiasi livello della “piramide” e vengono tenute in considerazione le esigenze dell’intera squadra, improntando il rapporto di lavoro su flessibilità e fiducia reciproca.
Lo “stile MBS” si fonda sulla propensione al dialogo e all’ascolto; nel corso dei progetti vengono organizzati regolarmente dei momenti di confronto per comprendere e valutare con tutto il team eventuali aree di miglioramento, anche attraverso upward feedback nei confronti di colleghi più senior.

Come ha reagito MBS alla pandemia e cosa ti ha sorpreso maggiormente in questo primo anno?

Essere riusciti a lanciare una nuova practice in un periodo di pandemia è la conferma di come MBS vada controtendenza rispetto al mercato e non abbia paura di investire sulle persone, anche in anni delicati come il 2020 e 2021.
L’approccio imprenditoriale di MBS mi ha colpito molto: si percepisce una attitudine comune in tutto il management nel supportare sempre i clienti aiutandoli a “vedere lontano”.
Chi entra in MBS aderisce a questa mission e ai valori che guidano l’azienda contribuendo a sostenere e migliorare le performance dell’azienda.